Christie Pandoras Box: risparmia fino al 70% con i miei consigli di configurazione

Oggi risponderò alla domanda che mi è stata posta più spesso da quando ho aperto il blog:

Qual è la configurazione Pandoras box che fa per me?

Pandoras Box è una suite di software piuttosto complessa che io conosco molto bene. Questo sistema gode della poco ambita fama di essere parecchio costoso, ma da insider ti posso svelare alcuni trucchetti per risparmiare fino al 70% sull’acquisto del sistema.

Spesso, infatti, mi sono ritrovato ad integrare sistemi pensati con questo software che erano assolutamente sovradimensionati rispetto alle esigenze di installazione.

Allo stesso tempo, in tutti i principali lavori nei quali, con la mia azienda NiceFall, ho integrato il sistema, ho vinto la competizione con i miei concorrenti proprio grazie all’ottimizzazione dell’impianto. Ho scritto degli articoli che raccontano i due casi più importanti:

L’albero della vita

NHow – video mapping permanente

Veniamo al dunque: Pandoras Box è un sistema composto principalmente di 4 elementi:

  1. Manager: è una licenza software dedicata al controllo ed alla programmazione. Non è fondamentale, una volta che il tuo show è programmato, ma lo diventa in quei casi in cui ci sono molti computer di emissione audio/video da sincronizzare fra di loro. Alcuni esempi sono:
    • Le multiproiezioni da 5 o più video proiettori;
    • Grandi schermi LED;
    • Installazioni con un grande numero di display da mantenere in sync.
  2. Server: è una licenza software che viene venduta esclusivamente in abbinamento all’hardware prodotto da Christie. In altre parole, viene venduta esclusivamente in abbinamento ai loro computer ed è la licenza che ti permette la massima libertà in termini di configurazione dell’output. Permette infatti la programmazione dello show in un ambiente totalmente tridimensionale, un numero infinito di livelli audio/video e di possibilità di configurazione. In poche parole, garantisce la massima flessibilità possibile. Puoi facilmente immaginare che queste caratteristiche vengono a un costo.
  3. Player: è una licenza software dedicata al playout dei contenuti video. Nettamente più economica rispetto al Server, presenta tuttavia un paio di limitazioni importanti:
    • Numero limitato di layer Video e Audio: massimo 4 per licenza;
    • Ambiente di programmazione bidimensionale: il motore è lo stesso, ma tutte le funzionalità 3D sono limitate.
  4. Widget Designer: si tratta di un software separato che permette la realizzazione di sistemi interattivi e, generalizzando, facilita l’integrazione del motore audio/video Pandoras Box con qualsiasi altro sistema di controllo presente all’interno dell’installazione. Io quasi sempre lo uso  come “cuore” del sistema e quindi faccio in modo che sia Widget Designer a mandare le chiamate a tutti gli altri sistemi (luci, serrande, notifica, eccetera).
    La cosa molto utile di Widget Designer è che include un software (un webserver) che ti permette di creare una interfaccia di controllo per la tua installazione completamente personalizzabile. Qualsiasi dispositivo dotato di web browser (pc, tablet e smartphone) potrà quindi interagire con l’installazione.

La versione di base di Widget Designer è gratuita, mentre le versioni PRO e ULT sono a pagamento.

Ecco le differenze fra le versioni:

    • FREE: playback di qualsiasi progetto Widget Designer, possibilità di controllo da parte di un solo dispositivo esterno;
    • PRO: necessaria per programmazioni avanzate (attenzione; solo in fase di programmazione), possibilità di controllo da parte di un numero illimitato di dispositivi, ma ogni dispositivo visualizza la stessa interfaccia degli altri.
    • ULT: possibilità di controllo da parte di un numero illimitato di dispositivi, ogni dispositivo può visualizzare una parte differente dell’interfaccia. (necessaria soltanto in gigantesche installazioni di tipo museale in cui tutto è controllato da Widget Designer).

Per poter ottimizzare al meglio la tua installazione hai bisogno di avere le idee chiare da subito in merito a qual è il risultato finale che vuoi ottenere e un buon livello di consapevolezza sul come. Ecco alcuni punti sui quali ragionare:

  • Di quante uscite video ho bisogno?
  • Di quante uscite audio ho bisogno?
  • Quanti flussi video devo mettere in onda contemporaneamente?
  • Quanti flussi audio devo mettere in onda contemporaneamente?
  • Ho bisogno di eseguire mappature 3D avanzate o mi basta avere un semplice warper bidimensionale? Nel 95% dei casi la risposta a questa domanda un po’ criptica è “semplice warper bidimensionale”;
  • Ho bisogno di generare output Artnet per il controllo luci? Se si di quanti universi DMX ho bisogno?

Una volta ottenute queste informazioni si può procedere alla stima del sistema.

Se stai selezionando un sistema per il rental, il mio suggerimento è di cercare sempre di avere la massima flessibilità, quindi starei su Pandoras Box Server. Se invece stai progettando una installazione permanente, molto probabilmente Pandoras Box Player sarà più che sufficiente.

Io consiglio sempre il Manager, a meno che l’installazione non sia estremamente semplice e con un budget molto limitato. Nelle installazioni permanenti non servono computer estremamente potenti per far girare il Manager, l’importante è che siano affidabili, quindi suggerisco sempre hardware industriale.

Politica dei backup:

se si tratta di showbusiness sempre meglio avere un backup ridondante di tutto il sistema, quindi se stai usando un Manager e 5 Server meglio prevedere di avere 2 Manager e 10 Server. Nel caso invece delle installazioni permanenti, il mio suggerimento è di avere il backup del Manager (visto che è il cuore del sistema) e una scorta a freddo del Player.

Una scorta a freddo è un computer che rimane nell’armadio server acceso, ma senza essere collegato ad alcun output. Nel caso uno dei player si dovesse guastare, basterà una operazione di cablaggio semplice e una piccola configurazione software per mettere subito in pista la macchina di backup e ripartire con lo show. Senza backup a freddo si rischia di dover attendere settimane per avere una macchina con la necessaria configurazione hardware e, a seconda della criticità della installazione, questo potrebbe non essere tollerabile.

In ogni caso, eviterei sempre di non disporre di un backup del Manager. Il Manager infatti è il cuore del sistema. Sul computer del Manager solitamente girano l’applicazione Pandoras Box Manager e il Widget Designer. Rimanere quindi senza quella macchina significherebbe rinunciare al funzionamento di tutta l’installazione.

Purtroppo non posso pubblicare i costi dei componenti, ma spero che questo articolo ti possa aiutare ad avere una idea più chiara di come si configura un sistema Pandoras Box.

Puoi trovare altre informazioni sul sistema sul sito Christie o rivolgendoti al tuo distributore di zona. Se ti rivolgi a me considera che, in qualità dicome system integrator, posso vendere i componenti allo stesso prezzo del distributore e posso darti la consulenza necessaria a configurare in modo corretto il tuo sistema.

 

Se hai dubbi o commenti non esitare a contattarmi, sarò lieto di aiutarti con la tua prossima installazione.

 

(Visited 108 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.